Tresure, moda, arte, stylist

94 Tele

Art Gallery, Studio, Wine bar Una piccola ma suggestiva location dove si può osservare, gustare e rilassarsi.

Treasures: un progetto, un sogno…”

Home » Art/News » Treasures: un progetto, un sogno…”

fot

 

Treasures: un progetto, un sogno…

Guest Blogger Emanuela Accardi per 94 Tele

Treasures è un progetto nato a Marzo di quest’anno dall’idea di tre ragazze che si sono casualmente incontrate nell’Accademia dove stavano specializzandosi per coronare il loro sogno: lavorare nel mondo della Moda. Tre ragazze volenterose e pronte a mettersi in gioco, tese verso un unico obiettivo. Un rapporto cresciuto nel tempo concretizzatosi proprio con questo neonato progetto, un primo passo per tentare di realizzare il loro più grande desiderio.

foto7

Treasure

foto5

Treasure

Tre designers eclettiche che si compensano a vicenda:

Marta Accardi, classe 1990, calabrese di nascita, romana d’adozione,

aveva le idee chiare sin da bambina, diventare stilista è il suo scopo di vita.

fot

Treasure

foto4

Treasure

IO: Quale è stato il primo passo per dare concretezza al tuo sogno?

MARTA: Innanzitutto la scelta di frequentare il liceo Artistico, e poi la facoltà di Scienze della moda e del costume dell’Università La Sapienza, un azzardo, dato che era un corso appena entrato nell’offerta didattica, ma io ero irremovibile! Poi ho deciso di specializzarmi presso un’Accademia per migliorarmi e perfezionarmi, soprattutto negli ambiti che mi interessavano di più, così ho optato per i corsi di Stilismo, Disegno del figurino, Sartoria ed Oggettistica.

IO: E quindi qual è, nello specifico, il tu campo d’azione?

MARTA: Disegnare ed ideare modelli nuovi ed originali è la mia vocazione, oserei dire, così come creare gioielli, utilizzando materiali sempre diversi. La mia parola d’ordine è: sperimentare.

IO: Come vede Marta il suo futuro?

foto9MARTA: Il mio intento è fare di questa passione il mio lavoro… perciò nel mio futuro vedo… solo il mondo della Moda… ovviamente!

Divina Juan: origini filippine, ma nata e cresciuta a Roma.

IO: Come e quando hai scoperto di volerlavorare nel campo della Moda?

DIVINA: Prestissimo direi… mi sono resa conto che era la mia strada re – inventando, modificando ed adattando i vestiti per le mie Barbie. Era una cosa che mi veniva naturale e, da allora non ho più avuto dubbi sul mio futuro. Così ho deciso di seguire il mio istinto ed il mio cuore, quindi tutto il mio percorso di formazione è stato incentrato su questa consapevolezza.

IO: Quali sono state le tappe fondamentali di questo percorso?

DIVINA: La frequentazioni di corsi mirati e di specializzazione presso un’ Accademia qui a Roma, tutti terminati con successo, dopo tanto impegno e sacrificio… e poi stage a volontà, presso Atelier e Stilisti, più o meno noti, perché nulla può sostituire l’esperienza pratica il suo percorso di studi.

IO: Cos’è quindi la Moda per Divina?

foto8DIVINA: La Moda è il mio mezzo di espressione e condivisione. Il mio più grande desiderio, infatti, è dare la possibilità a chi sceglie i miei modelli di mostrare, attraverso questi, la loro personalità e le pieghe più profonde della loro anima.

Dall’unione di queste due personalità travolgenti, con una spiccata sensibilità ed una ingenuità quasi da bambine, ma, allo stesso tempo forti e determinate, che abbiamo avuto modo di iniziare a conoscere, nasce appunto “Treasures”.

IO: Perché nasce questo progetto?

MARTA: “Treasures” nasce soprattutto con il fine di valorizzare e riscattare la Moda stessa, mostrandola ed intendendola come una forma d’Arte a tutti gli effetti. In questa parola è racchiuso tutto lo spirito creativo, l’estro e la grande voglia mie e di Divina.

DIVINA: la scelta di unire le forza e portare avanti questo progetto è da considerare un valore aggiunto, fondendo e mixando i nostri stili, diamo vita a capi sempre nuovi, versatili ed originali. Il confronto non è sempre facile, ma quando si tratta di due amiche che vogliono collaborare e che condividono un sogno… è tutto più semplice, ed alla fine si raggiunge sempre un ottimo risultato.

foto1foto2

IO: UN AGGETTIVO PER DEFINIRE LA MODA “TREASURES”?

MARTA: “Culturale”. La nostra caratteristica infatti è che le fonti di ispirazione sono spesso fenomeni sociali, eventi che hanno segnato la storia, tappe importanti del vissuto collettivo, piuttosto che l’arte, la poesia, la letteratura, senza però tralasciare l’aspetto più intimo, personale e privato. Per noi la è Moda un veicolo per raccontare fatti, eventi, esperienze, re – interpretando in maniera personale ed inedita, ameno ci proviamo…

DIVINA: Ogni collezione è a se stante ed autonoma, pur rispettando sempre lo spirito che CI contraddistingue e rimanendo fedeli a noi stesse.

IO: Quindi come vi definireste?

MARTA E DIVINA: “Artiste di Moda”

MARTA: vogliamo offrire un nuovo punto di vista, una diversa lettura della Moda stessa, che per noi è Arte pura, alla stregua della pittura e della scultura, un modo, un mezzo per raccontare e raccontarci, per palesare le nostre opinioni, i nostri sentimenti ed i nostri stati d’animo.

DIVINA: La Moda per noi è comunicazione, veicolo di messaggi e concetti, piccoli e grandi.

Da qualche tempo, inoltre, il progetto si è aperto anche ad un’altra forma d’Arte, considerata spesso elitaria e di nicchia: il Teatro. Un risvolto che è stato possibile grazie all’entrata in scena di Claudia Nanni, una giovane attrice romana, diplomatasi presso una nota Accademia teatrale della Capitale, partecipa e segue costantemente laboratori e seminari di aggiornamento e perfezionamento, lavorando molto sull’interpretazione, la comunicazione e la recitazione stessa. Una vera e propria passione quella di Claudia verso l’affascinante mondo del Teatro.

IO: QUANDO E COME TI SEI RESA CONTA DI QUESTA PASSIONE?

CLAUDIA: Per caso, a 12 anni, con un Laboratorio scolastico. In realtà ho partecipato solo per ripicca alla prof. che mi aveva scartata a priori… ed invece, la parte da protagonista fu mia! Da quel momento in poi è stato in continuo percorso di avvicinamento e di “conoscenza” di questa particolare realtà che oggi, posso affermare essere una parte importante di me e della mia vita.

IO: OGGI CHE COSA RAPPRESENTA IL TEATRO PER TE E PERCHè è COSì RILEVANTE NELLA TUA VITA?

CLAUDIA: Il teatro per me attualmente posso dire sia una sana terapia che mi ha mostrato lati del mio carattere che non pensava di avere, che mi ha aiutata a provare emozioni che non pensava di poter provare… Ogni scena, ogni atto, ogni parte, ogni personaggio sono una sfida che mi dà la possibilità di conoscermi un po’ di più, sempre più a fondo, ogni volta è un’esperienza di arricchimento che mi farà comprendere miei limiti e potenzialità.

IO: VIVI UN RAPPORTO MOLTO INTIMO E PERSONALE CON IL TEATRO

CLAUDIA: Assolutamente sì ed un aspetto più che evidente nelle mie interpretazioni, che sono piuttosto delle re – interpretazioni, dato che personalizzo molto, pur nel pieno rispetto del testo e dell’autore che devo riproporre. Secondo me solo in questo modo si può ottenere un risultato mai banale, ma che soprattutto può raggiungere le corde più profonde dell’animo del pubblico con cui cerco sempre di instaurare un rapporto emozionale di scambio ed empatia.

 Written by

Emanuela Accardi

Tags:

About

View all posts by

POST A COMMENT


Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE